Artigianato

Artigianato artistico nella Riviera Ligure di Levante

Il Macramè

Il nome Macramè, di origine araba, indica opere di artigianato di lino (tovaglie, asciugamani, accessori di abbigliamento) caratterizzati da lunghe frange ricavate dagli stessi fili del tessuto, intrecciate e lavorate con numerosi nodi a formare eleganti disegni.
Il “cavalletto”, il supporto utilizzato per la sua esecuzione, è composto da due tavole rettangolari, di cui una imbottita.
Su quest'ultima la merlettaia fissa il tessuto, in modo da avere davanti a sé, disposte verticalmente, le lunghe frange costituite dall’ordito. Introdotta in Liguria, e in particolare nella zona di Chiavari, a partire dal XIV secolo, l’arte del macramè fu tramandata dai marinai che, di ritorno dalle loro navigazioni, insegnavano alle loro donne ad intrecciare e annodare le frange, con un lavoro di abilità e pazienza.